Il progetto della scuola estiva in “Project management nella valorizzazione delle risorse culturali ed enogastronomiche locali” affronta il tema della valorizzazione delle risorse culturali (materiali e immateriali) e di quelle enogastronomiche che sempre più vengono ritenuti una risorsa indispensabile per lo sviluppo degli orizzonti culturali, turistici e gastronomici della post-modernità.

Scopo delle giornate di formazione è quello di favorire una riflessione critica volta a evidenziare le ragioni profonde per cui una risorsa culturale non è solo un progetto strumentale ma un contributo sostanziale per favorire processi di patrimonializzazione, innovazione e sviluppo locale. Occorre, a partire dall’individuazione, dalla gestione e dalla comunicazione delle risorse culturali, ricostruire la filiera dei significati e dei valori di cui i patrimoni sono portatori. Solo in questo modo è possibile riconoscere e separare i saperi della tradizione e della sostenibilità, buoni, puliti e giusti, da quelli che opportunisticamente vengono ritenuti tali. Si tratta di un intervento teorico e metodologico complesso, olistico, che permette di ricostruire un modello sociale, culturale, economico, creativo e virtuoso.

Nello specifico il progetto vuole anche favorire l’incontro tra giovani studenti ed affermate realtà culturali ed imprenditoriali.

La proposta si connota dunque per un innovativo modello didattico volto a favorire la conoscenza e la sperimentazione di un articolato sistema di “buone pratiche” che consentono ai partecipanti di verificare e approfondire i contenuti acquisiti nel percorso universitario.