Aging is an important aspect of human civilizations especially considering the pressure that growing elderly populations are putting on modern societies.

The Visiting Professor Federico Sesti (Rutgers University, USA) will offer a minicourse on aging, whose broad-spectrum topics will make it useful to multiple study courses and programs. The course will be offered to the Master Students in Medical Biotechnology (both 1st and 2nd year) and to Bachelors’ students in Biotechnology (3rd year). The course is open to 90 students that must register to the course home page on DIR.

The course ranges from a brief introduction of the social and economic aspects of aging, to its biology and etiology, to its associated pathologies including clinical and psychological management. The minicourse will explore the following concepts:
-Topic 1: Aging in human culture. Sociology/economics of aging
-Topic 2: Cellular and organismal senescence. Genetics of aging. Metabolism of aging 1: caloric restriction. Metabolism of aging 2: insulin IGF-1-like pathway
-Topic 3: Molecular basis for aging. Telomere shortening. Free radical theory. DNA damage
-Topic 4: neurodegenerative disease. Huntington disease. Alzheimer's disease

 The course starts on May 3rd and consists of 6 lectures and a final exam on May 12th, and is structured according to the following calendar:

Lectures: 3-4-5-6-9-10 of May, h 14-16, room CR02

Final exam: 12 of May, h 14-16, room CR02

2 credits (cfu, ECTS) will be awarded. To obtain them, students must attend at least 50% of lectures and pass the final exam.

Il clonaggio (“cloning”) molecolare è una delle tecniche che ha posto le basi per le biotecnologie moderne. La tecnica è stata utilizzata per la prima volta negli anni '80 e ha consentito l'inserimento di un gene dell'insulina umana nel lievito e nel batterio Escherichia coli. Ciò ha permesso a questi microorganismi “ingegnerizzati” di produrre insulina, che è il farmaco principale nel trattamento del diabete. Da allora, il clonaggio molecolare e l'ingegneria genetica sono diventate delle tecniche fondamentali per numerose attività umane, che vanno dalla produzione farmaceutica, alla produzione di bioetanolo, dalla medicina alla ricerca di base. Nel corso di “virtual cloning” imparerai come progettare e costruire “in silico” un vettore di espressione contenente una sequenza genica di interesse.

Il corso consiste di 4 lezioni frontali (8 ore) ed eroga 1 cfu

calendario delle lezioni

Lunedì 4/4 ore 14-16

Mercoledì 6/4 ore 14-16

Lunedì 11/4 ore 14-16

Mercoledì 13/4 ore 14-16

Posti disponibili: 25

Al momento tutti i posti disponibili sono esauriti. Per essere messi in lista di attesa contattare il docente


A fine 2020 erano 721 le imprese biotech attive in Italia: è quanto emerge dal rapporto annuale Assobiotec-Federchimica ed ENEA “Le imprese di biotecnologia in Italia. Facts&Figures – Aggiornamento congiunturale 2021” che mostra un trend di crescita del settore per le principali variabili economiche, sebbene a tassi più contenuti rispetto a quelli rilevati fino al 2016.

Sebbene l’attività delle imprese biotecnologiche rimanga in gran parte concentrata nell’ambito della salute tra il 2014 e il 2019 si registra una tendenziale espansione delle quote relative alle imprese che sviluppano applicazioni biotecnologiche per l’industria e l’ambiente oltre che per l’agricoltura e la zootecnia. Per questi stessi settori, fra il 2014 e il 2019 ancora più velocemente è cresciuto il volume degli investimenti in R&S intra-muros biotecnologica, con incrementi di +52% per industria e ambiente e di +64% per agricoltura e zootecnia. Nel complesso, tuttavia, tali investimenti restano ancora decisamente concentrati nell’ambito della salute umana per l’88%.

La quota di imprese di micro o piccole dimensioni supera l’80% del totale del settore, mentre le grandi imprese rappresentano il 9% dell’intera popolazione in analisi. Con una quota in continua crescita sul totale, oltre il 20% nel 2020, le start-up innovative contribuiscono significativamente all’espansione in termini di numero di imprese del settore delle biotecnologie in Italia.

Fonte: Comunicato stampa relativo al Rapporto annuale Assobiotec-Federchimica ed ENEA “Le imprese di biotecnologia in Italia. Facts&Figures – Aggiornamento congiunturale 2021”, 6 luglio 2021.

Cari Studenti,

l’ADO consta di 3 moduli (2 lezioni ciascuna) che verteranno su 3 progetti di ricerca:

Modulo 1 (4h): Microvescicles: INtersection between autoimmune Diseases, Food and Unheathy Lyfe-styles (MINDFUL)

Modulo 2 (4h): Microvesicles at the INtersection between Dysbiosis and Major dEpression disorder: an OMIC approach (MIND-ME)

Modulo 3 (4h): From pathobiology to synovia on chip: driving rheumatoid arthritis to the precision medicine goal (FLAMIN-GO) 

Sarà erogata online, su google meet, agli inzii di gennaio verranno comunicate le modalità e le date (indicativamente tra il 17-28 gennaio 2022).

Buona giornata

Giuseppe Cappellano

L'ADO è costituita da una lezione in presenza di due ore con presentazione del corso e introduzione dell’argomento. È aperta dal I al III anno.

Ore totali: 8

L'ADO è costituita da una lezione in presenza di due ore con presentazione del corso e introduzione dell’argomento. È aperta al II e III anno.

Ore totali: 8