Nella formulazione di un percorso di crescita aziendale il processo decisionale presuppone la capacità di coniugare le metodologie dell’Economia aziendale con i modelli e gli strumenti mutuati dall’Economia manageriale. In rapporto a tale esigenza, il corso si pone l'obiettivo di approfondire gli elementi di base per la definizione delle politiche d’impresa in funzione del disegno strategico nelle singole aree di mercato con particolare attenzione ai vantaggi di costo e a quelli basati sulla differenziazione. 

Programma 

- Impresa intesa come complesso di rapporti tra agenti
- Relazione tra valore della produzione e remunerazione dei fattori
- Impresa intesa come realtà produttiva: input, output, aspetti reali e monetari
- Concetto di profitto (e di creazione di valore)
- Distribuzione dell’informazione e meccanismi incentivanti
- Concetti fondamentali della strategia competitiva
- Catena del valore e vantaggio competitivo
- Strategia competitiva e creazione di valore

  - Il processo decisionale per la formulazione della strategia

  - I livelli della strategia

  - La posizione dell’impresa all’interno del settore e le strategie di base

  - Le strategie nei diversi settori

Secondo Modulo - prof Fraquelli

- Relazione tra produzione e fattori nei processi produttivi lineari

- Aspetti tecnologici ed economici del processo produttivo

- Rappresentazione del processo produttivo secondo il modello fondi e flussi di Georgescu-Roegen

- Natura economica della produzione e dei costi

- Analisi dei costi per le decisioni aziendali: problemi di break-even in imprese mono-output e multi-output

- Grado di leva operativa

- Utilizzo del margine di contribuzione in chiave decisionale: scelte di make or buy.

Metodi Matematici 1 del corso di laurea CLEA sede di Alessandria. Reso equivalente a Metodi Quantitativi 1 del corso di laurea EPPAC.

Il corso intende portare lo studente ad essere in grado di maneggiare oggetti matematici, quali
quelli tipici del calcolo matriciale e le funzioni di più variabili, per poter trattare alcuni classici problemi aziendali di tipo multidimensionale.
Inoltre il corso intende far acquisire allo studente quelle conoscenze della matematica finanziaria ed una capacità di analisi indispensabili per assumere decisioni di carattere economico-finanziario. Il corso ha perciò tre parti: algebra lineare; calcolo differenziale in più variabili e principali strumenti di ottimizzazione; matematica e scelte finanziarie.