Daniela Sonedda

Immagine Daniela Sonedda

Corsi

TEORIA DELL’ INFORMAZIONE

Dott.ssa Daniela Sonedda

 

Crediti formativi (6 CFU)

Obiettivi formativi

 

Il corso si propone di descrivere la scelta razionale in condizioni di interazione strategica caratterizzata da asimmetrie informative. A questo scopo vengono illustrati gli strumenti principali che consentono di rappresentare tali scelte. Infine si analizzeranno alcune applicazioni economiche rilevanti in tema di teoria dell’impresa e teoria dei contratti .

 

Programma dettagliato del corso

1.      I principi di base dell'economia dell’informazione

2.      Economia del rischio e asimmetrie informative: Cap. 13 (LC)

3.      Il modello Diamond 1984 Cap 7 Par 7.2 (B)

4.      Il modello Diamond - Dybvig Cap 7 Par 7.3 (B)

5.      L’azzardo morale e il contratto principale-agente: Cap. 2 (NS)

6.      L'evidenza empirica sui contratti: Cap. 2 (NS)

7.      I limiti del modello di agenzia: Cap. 2 (NS)

8.      I contratti incentivanti con più agenti:  Cap 3. (NS)

9.      I problemi di misurazione della performance e le distorsioni contrattuali: Cap 3. (NS)

10.  La selezione avversa: Cap. 5 Par 5.1(NS)

11.  La dipendenza della qualità dal prezzo: Cap 5 Par. 5.2.2 (NS)

12.  Il razionamento del credito Cap 5 Par 5.3.2 (NS) e Cap 7.4 (B)

Libri di testo consigliati

·        A. Nicita e V. Scoppa, Economia dei Contratti, Carocci, 2005: Capitoli 2, 3 e 5

 

 

 

Capitoli

·        R. G. Lipsey e K. A. Chrystal, Economia, seconda edizione, Zanichelli, 2006: CAPITOLO 13

·        A. Baglioni, “Informazione e incertezza nella teoria finanziaria”, Hoepli, CAPITOLO 7

 

Diamond (1984) “Financial Intermediation and Delegated Monitoring” Review of Economic Studies, 51, pp.393-414

Diamond-Dybvig (1983), “Bank runs, deposit insurance and liquidity” Journal of Political Economy, vol 91, pp. 401-419.

Economic Quarterly—Volume 93, Number 2—Spring 2007—Pages 189–200

Banks and Liquidity Creation: A Simple Exposition of the Diamond-Dybvig Model

 

Financial Intermediation as Delegated Monitoring: A Simple Example

Federal Reserve Bank of Richmond Economic Quarterly Volume 82/3 Summer 1996 51

 


Categoria Archivio Storico / Didattica A.A. 2010/2011 / Facoltà di Economia / Corsi di laurea triennale / Novara